allerta meteo venerdì 29 luglio

In alcune regioni d’Italia il caldo afoso ha lasciato spazio al fresco con qualche temporale. E’ quanto sta accadendo da qualche giorno soprattutto nelle regioni del Nord.

E anche domani, venerdì 29 luglio, è prevista una nuova allerta meteo gialla diramata della Protezione civile in ben quattro regioni.

Allerta meteo venerdì 29 luglio

Le piogge diffuse, in alcuni casi molto intense con trombe d’aria e grandine, hanno messo a dura prova alcune città, soprattutto nel cuneese negli ultimi giorni. Domani però sarà allerta meteo per rischio temporali e rischio idrogeologico in settori di Emilia Romagna, Lombardia, Trentino Alto Adige e Veneto. La perturbazione proveniente dall’Atlantico raggiungerà il nostro Paese portando piogge e temporali sulle regioni settentrionali. La Protezione Civile ha emesso un’allerta meteo che prevede precipitazioni diffuse, che localmente potranno essere anche molto intense e accompagnate da grandinate, fulmini e forti raffiche di vento.

Le zone a rischio sono per l’Emilia Romagna: Costa ferrarese, Pianura ferrarese di Po e Po di volano, Montagna emiliana centrale, Pianura piacentino-parmense, Bassa collina piacentino-parmense, Montagna piacentino-parmense, Collina emiliana centrale, Pianura modenese di Secchia e Panaro, Pianura reggiana di Enza e Crostolo, Alta collina piacentino-parmense, Pianura bolognese di Reno e suoi affluenti, Collina bolognese, Montagna bolognese, Costa romagnola, Bassa collina e pianura romagnola, Alta collina romagnola, Pianura reggiana di Po, Montagna romagnola.

Per la Lombardia: Bassa pianura centro-orientale, Bassa pianura orientale, Appennino pavese, Valchiavenna, Laghi e Prealpi orientali, Nodo Idraulico di Milano, Pianura centrale, Alta pianura orientale, Bassa pianura occidentale, Bassa pianura centro-occidentale, Media-bassa Valtellina, Alta Valtellina, Laghi e Prealpi Varesine, Lario e Prealpi occidentali, Orobie bergamasche, Valcamonica

Per il Trentino Alto Adige: Provincia Autonoma di Bolzano

Per il Veneto: Basso Brenta-Bacchiglione e Fratta Gorzone, Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna, Livenza, Lemene e Tagliamento, Piave pedemontano, Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, Alto Piave, Adige-Garda e monti Lessini, Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige

Ordinaria criticità per rischio idrogeologico in Lombardia: Valchiavenna, Laghi e Prealpi orientali, Lario e Prealpi occidentali, Orobie bergamasche, Valcamonica, mentre in Trentino Alto Adige solo nella Provincia Autonoma di Bolzano.

Meteo: agosto “pazzo” tra caldo afoso e temporali

continua a leggere su Teleclubitalia.it