Il tabaccaio di Napoli denunciato per aver rubato un Gratta e vinci da 500mila euro, è stato rintracciato dalla Polaria all’aeroporto di Fiumicino. L’uomo era pronto a partire per le Canarie quando è stato riconosciuto e bloccato. Gaetano Scutellaro, interrogato dagli agenti, avrebbe ribaltato la versione dei fatti: “Quel biglietto è mio”.

Il tabaccaio che ha rubato il Gratta e vinci: “Quel biglietto è mio”

Secondo il quotidiano “Il Mattino”, il tabaccaio di Materdei avrebbe rivendicato la proprietà del Gatta e Vinci, affermando di voler querelare la donna: “La vecchia mente accusandomi di averglielo rubato. Sono io la vittima”.

La versione, al momento, non troverebbe riscontri dai primi elementi raccolti dai carabinieri. Dalle immagini delle telecamere di sicurezza della tabaccheria, si nota il momento il cui l’anziana consegna i due tagliandi che aveva giocato.

Ma non finisce qui: Scutellaro sostiene di aver depositato il tagliando in una banca di Latina, prima di arrivare a Fiumicino. Lì ha aperto un conto corrente e attivato una polizza sulla vita, depositando il biglietto in una cassetta di sicurezza. Il tutto mentre i Monopoli di Stato avevano bloccato l’incasso del Gratta e vinci.

Leggi anche: Napoli, prima la fuga dal marito e poi il malore: Rita De Crescenzo rivela ai fans cosa le è accaduto

continua a leggere su Teleclubitalia.it