Gragnano. Prima di fuggire da quell’inferno di fuoco ha tentato di salvare la mamma, costretta a muoversi sulla sedia a rotelle, ma è stato investito dalle fiamme al braccio e al volto. Ora Costantino, uno degli 8 clienti rimasti feriti nell’incendio avvenuto sabato scorso al ristorante “La Cantina del Castello” a Gragnano, è ricoverato all’ospedale Cardarelli di Napoli. 

Gragnano, incendio nel ristorante: 25enne di Calvizzano salva la madre disabile

Il giovane ha riportato le ustioni profonde ma per fortuna non è in pericolo di vita. Nella fuga, hanno ricostruito i carabinieri della stazione gragnanese, il 25enne di Calvizzano ha aiutato la mamma a mettersi in salvo, lasciando diversi oggetti personali su tavolo e sedie. Tra questi, è andata completamente distrutta la sedia a rotelle di mamma Amalia, così come il telefonino del giovane e le chiavi dell’abitazione.

Come riporta Il Mattino, il Forum dei Giovani di Gragnano ha avviato una raccolta fondi sul portale Gofundme per riacquistare la sedia a rotelle alla madre.

“Siamo in contatto costante con la famiglia di Costantino – spiega il sindaco gragnanese Nello D’Auria – e, appena sentito quel che era accaduto, ci siamo attivati. Gragnano davanti alle buone cause risponde sempre unita e dando il meglio di sé. Abbiamo subito fatto partire una raccolta fondi aperta attraverso il Forum dei Giovani con una piattaforma crowdfunding dove è possibile donare, anche in forma anonima, in favore della signora Amalia al fine di garantirle quanto è andato disperso tra le fiamme. La sensibilità della nostra città è sempre stata esemplare e sono certo possa esserlo anche stavolta”.

Oltre a Costantino sono rimaste coinvolte anche altre sette persone. Tutte trasportate all’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia e dimesse poco dopo. Le loro prognosi variano dai 5 ai 20 giorni. Solo il 25enne, invece, è ricoverato al nosocomio partenopeo per ustioni al braccio e al volto.

La dinamica

Le fiamme si sono sviluppate intorno alle 22 e 30, a quanto sembra dalla zona barbecue, e sono state domate dai vigili del fuoco. Nei locali della cucina è stata avvertita una esplosione, poi le lingue di fuoco hanno avvolto interamente la struttura, in gran parte in legno. Anche alcune abitazioni circostanti sono state lambite dalle fiamme. Al momento non è ancora chiaro quali siano le cause che hanno sprigionato l’incendio, anche se i carabinieri di Gragnano e della Compagnia di Castellammare, che hanno aperto un’indagine sul caso, ipotizzano l’origine accidentale.

continua a leggere su Teleclubitalia.it