campania scuole chiuse de luca nuova ordinanza

E’ caos Covid nelle scuole campane. Sono già 28 i comuni che hanno deciso di sospendere o limitare le lezioni in presenza. Nella sola giornata di ieri nelle scuole di Napoli si sono registrati altri 37 positivi, tra alunni e docenti. Tanto basta perché il governatore Vincenzo De Luca decida di preparare una nuova maxi-ordinanza.

Campania, 28 comuni chiudono le scuole. De Luca prepara l’ordinanza

Nella giornata di oggi l’Unità di Crisi della Regione Campania si riunirà per esaminare i dati epidemiologici e studiare una nuova ordinanza restrittiva “a prova di Tar”. Il nuovo provvedimento infatti dovrà resistere all’esame della giustizia amministrativa. I gruppi “no Dad” infatti sono già sul piede di guerra, pronti a impugnare il prossimo atto della giunta di De Luca. Il Presidente della Regione però, allarmato dalla crescita dei contagi, è disposto a correre il rischio di un’altra bocciatura da parte del Tribunale pur di ridurre la pressione dei nuovi positivi sulle strutture sanitarie. Del resto non lo ha mai nascosto: per lui i due principali canali di diffusione del contagio restano la scuola e la movida.

A fare luce sul contenuto di quello che sarà il nuovo provvedimento è l’assessore Lucia Fortini. “Il primo ciclo dubito che si possa toccare, semmai si potrebbero ipotizzare dei provvedimenti su base territoriale là dove ci sono più contagi. Una chiusura generalizzata non può reggere di fronte al Tar se non è accompagnata da altre scelte, nelle superiori c’è il 50% di studenti per classe in presenza e poi gli assembramenti per strada. È evidente che non si può solo pensare alla scuola senza considerare anche gli altri fattori di contagio”.

I sindaci in provincia chiudono le scuole

Intanto, però, in assenza di un provvedimento generale, i sindaci dei singoli comuni hanno già preso iniziativa. In 28 hanno disposto chiusure parziali o totali degli istituti scolastici per arginare l’ondata di contagi tra i banchi di scuola. C’è chi ha sospeso solo le superiori, altri ancora infanzia, elementari e medie.

A Napoli sono diversi i plessi chiusi per sanificazione. Molto variegata la situazione invece in provincia. A Somma Vesuviana, da oggi, dopo le medie il sindaco ha deciso lo stop per infanzia ed elementari. Troppi casi, necessario contenere il contagio. A Castellammare il sindaco Gaetano Cimmino ha disposto la chiusura fino al 13 febbraio di medie e superiori. Ma deciso ieri di chiudere fino a data da destinarsi per il picco di contagi anche l’infanzia e la primaria. Tutto fermo anche a Pompei fino al 14 febbraio, poi si vedrà.

Sulla stessa linea Torre Annunziata dove si starà in didattica a distanza fino al 16 febbraio sempre per una ordinanza del sindaco. A Gragnano c’è lo stop della secondaria di primo grado fino al 13 febbraio. A Boscoreale il sindaco ha chiuso i tre istitutivi comprensivi Cangemi, Dati e Castaldi-Rodaria. In penisola sorrentina, invece, precisamente a Sorrento, ferme le superiori fino alla fine del mese. A Sant’Agnello sono i bimbi delle elementari a dover rimanere a casa fino a data da destinarsi. A Sant’Antonio Abate è stata disposta la chiusura delle medie fino al 26 febbraio.

Non va meglio in provincia di Salerno. Si parte da Scafati, il sindaco aveva disposto la chiusura fino al 20, il Tar (sezione di Salerno) proprio ieri ha accolto il ricorso dei genitori: si torna dunque in aula. Ad Agropoli, Roccapiemonte, Giffoni Sei Casali, Gioi Cilento e Buccino: tutto fermo. A Sarno stop del primo cittadino a infanzia, primarie e medie. Nella provincia di Caserta, invece, i comuni in “lockdown scolastico” sono cinque. A Teano tutto fermo fino al 20; a Conca della Campania fino al 12 e a Cellole chiusa la scuola secondaria di primo grado fino a venerdì 12 febbraio. In ultimo a Pietravairano riaprono domani in presenza tutte le scuole, mentre a Caianello restano tutti in dad fino al 15 febbraio.

Elenco dei comuni con scuole chiuse (o parzialmente chiuse)

  • Torre Annunziata,
  • Somma Vesuviana
  • Sorrento,
  • Gragnano,
  • Sant’Agnello,
  • Castellammare di Stabia
  • Scafati,
  • Agropoli,
  • Corrapiemonte,
  • Giffoni Sei Casali,
  • Gioi Cilento,
  • Buccino
  • Atripalda,
  • Vallata,
  • Avellino,
  • Montella,
  • Avella,
  • Marzano,
  • Mugnano del Cardinale,
  • Lauro,
  • Teano
  • Conca della Campania,
  • Cellole,
  • Pietravairano,
  • Caianello.

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it