Palermo. Ha tentato di dare fuoco ad un rotolo di carta igienica mentre era in cella. Sfuggito alla sorveglianza 24 ore su 24 nel reparto di degenza psichiatrica del carcere Pagliarelli, Pietro Morreale, ha preso un rotolo di carta e con la sigaretta ha provato ad appiccare il fuoco.

Omicidio Roberta, il killer 19enne impazzisce in carcere e tenta di dar fuoco alla cella

Subito sono intervenuti gli agenti che hanno provveduto a spegnere il piccolo rogo, evitando così il peggio. Per fortuna nessuno è rimasto ferito e né ci sono stati danni.

Un gesto, quello di appiccare il fuoco, che evoca quanto accaduto a Roberta Siragusa, 17 anni. Roberta, infatti, è stata picchiata, assassinata e data alle fiamme.

Il suo corpo dilaniato ha reso impossibile determinare la causa della morte. L’autopsia infatti, non ha potuto accertare se Roberta sia morta per strangolamento o per altre cause. Continuano, intanto, le indagini a carico del 19enne. I carabinieri del Ris hanno perquisito nuovamente la casa dei Morreale dove la notte dell’omicidio Pietro è tornato rivelando ai genitori la fine di Roberta. Secondo le ipoteso degli inquirenti quella notte il giovane sarebbe stato aiutato nelle fasi di occultamento e distruzione del corpo. Nel registro degli indagati, tuttavia, non appare nessun nome.

continua a leggere su Teleclubitalia.it