“Oggi gli studenti campani dove sono? In giro per le strade, nei negozi e nei centri commerciali, ho visto le foto. Non credo siano luoghi più sicuri della scuola”. Con queste parole la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina torna a commentare la decisione del governatore della Campania, Vincenzo De Luca, di chiudere le scuole primarie e secondarie fino al 30 ottobre a causa della risalita dei casi di Covid-19.

Azzolina a De Luca: “Adesso gli studenti campani dove sono? Nei centri commerciali”

“Il ministro dell’Istruzione non ha il potere di aprire le scuole né di chiuderle – ha detto ancora la titolare del Miur – la decisione sarà di tutto il governo che ne parlerà se lo riterrà opportuno e necessario. Ma serve subito una riflessione: la scuola è una priorità o no?”.

E ancora: “Abbiamo lavorato tutta l’estate, i dati ci stanno dando ragione, una riflessione se la scuola è una priorità va fatta da parte di tutti. Le scuole devono essere le ultime a chiudere, questo è il mio pensiero. Poi ha concluso: “È stato un dolore vedere le immagini degli studenti campani in giro per le strade e non a scuola. Oggi ho ricevuto le lettere di centinaia di mamme imbufalite per la chiusura delle scuole in Campania; ho ricevuto anche la lettera di un prete, molto preoccupato: i ragazzi per strada in certe zone rischiano di essere preda della criminalità. Infine, ho ricevuto anche lettere di studenti che vogliono tornare a scuola”.



continua a leggere su Teleclubitalia.it