pesci morti lago patria

Tanti pesci oramai senza vita accasciati sulle sponde del lago. E’ questa la tristissima scena che si è presentata stamattina davanti a chi percorreva via Spadaro d’Attico meglio conosciuta come la Circum di Lago Patria.

Pesci morti nel Lago Patria

Centinaia di pesci morti venuti a galla senza che ci sia per ora una valida spiegazione con alcuni passanti che addirittura lo prendevano e li portavano via come fossero in pescheria. Potrebbe essere il troppo caldo dei giorni scorsi, fattori di inquinamento o semplicemente un fenomeno che avviene da anni di asfissia ovvero di mancanza delle condizioni vitali nelle acque per il mancato funzionamento della foce.

Fatto sta che nemmeno una settimana fa i volontari di Lega Ambiente con la loro Goletta dei Laghi avevano analizzato le acque e avevano trovato tutti i limiti previsti dalla legge rispettati. Quella del lago Patria è una storia antica di abbandono e degrado con un progetto di riqualificazione che fa il giro degli uffici degli enti preposti da anni. La foce in provincia di Caserta, il Lago in Provincia di Napoli, le competenze che si rimbalzano tra comuni e sovritendenza. Insomma uno scenario da brividi che spesso poi porta a fenomeni catastrofici come le esondazioni invernali e i pesci morti in estate.



continua a leggere su Teleclubitalia.it