giovanni guarino omicidio torre del greco

E’ stata respinta la scarcerazione dei due minori accusati dell’omicidio di Giovanni Guarino, il 18enne di Torre del Greco ucciso con una coltellata al petto il 10 aprile scorso al luna park.

Il Tribunale del Riesame ha respinto la richiesta di scarcerazione, i due quindi restano in carcere. I due minorenni erano stati identificati dalla Polizia poche ore dopo e sottoposti a fermo. Ieri la vittima avrebbe compiuto 19 anni: per commemorarlo parenti e amici hanno organizzato una fiaccolata a Torre del Greco a cui hanno partecipato circa 400 persone.

Omicidio Giovanni Guarino a Torre del Greco

I due giovani accusati dell’omicidio si sarebbero nuovamente dichiarati innocenti ed estranei all’accoltellamento che è costato la vita a Giovanni.

La difesa ha annunciato di avere intenzione di presentare ricorso in Cassazione puntando su quelle che vengono definite “numerosissime incongruenze che sono emerse dalla lettura degli atti di indagine”.

Giovanni Guarino, estraneo a dinamiche criminali, fu accoltellato a morte all’interno del luna park di Torre a seguito di un litigio scoppiato tra gruppi di ragazzi. I due presunti assassini furono individuati solo poche ore dopo il fatto. Tra gli elementi contro di loro, anche le macchie di sangue rinvenute sui vestiti che indossavano.

continua a leggere su Teleclubitalia.it