“Da molti anni, grido la mia totale estraneità alle condotte del mio ex defunto marito, nessuno mi ha creduto, ora finalmente la verità sta venendo a galla”. 

Tina Rispoli indagata, la moglie di Tony Colombo si difende: “Estranea agli affari del mio ex marito”

A palare è Tina Rispoli, vedova del boss Gaetano Marino e oggi sposa del cantante neomelodico Tony Colombo, ora indagata per associazione mafiosa. Nei suo confronti la Procura aveva chiesto gli arresti. Richiesta poi rigettata dal gip. 

“Un giudice della Repubblica italiana, la dottoressa Anna Tirone, attraverso un lavoro certosino, logico, attendo a leggere i fatti ha evidenziato la mia totale estraneità da vicende criminali e ha collocato la mia persona nella giusta posizione, ero semplicemente la moglie di Gaetano Marino nient’altro al di fuori di questo”, commenta Lady Colombo intervistata dall’Ansa dopo la bufera che si è abbattuta su di lei. 

Tina Colombo è finita nel registro degli indagati nell’ambito di fatti accaduti 6 anni, relativo al clan cui era al vertice suo Gaetano Marino, ucciso in un agguato di camorra a Terracina, e della gestione del tesoretto della cosca criminale.

“Credo nella giustizia e continuerò a farlo – conclude Tina Rispoli – con la sicurezza di una persona onesta e per bene. Ringrazio mio marito, Tony Colombo e i miei tre figli per la forza e il sostegno, loro sono l’unica famiglia a cui appartengo”. 

Secondo la Procura, lady Colombo avrebbe gestito i proventi illeciti del narcotraffico delle Case Celesti e per tale motivo ne avrebbe chiesto l’arresto. Per il gip, invece, non ci sarebbero riscontri a proposito di un suo ruolo attivo all’interno del sodalizio criminale. Per tanto ha rigettato la richiesta avanzata dalla Procura. 

Finora in carcere sono finiti Roberto Manganiello, Maddalena Imperatore, Luigi Cioffi, Gaetano Magro, Mariano Isaia, Marco Scaglione, Francesco Montemurro e Salvatore Sanges. 

continua a leggere su Teleclubitalia.it