Rigettata dal gip la richiesta di arresti per Tina Rispoli, la vedova del boss Marino e oggi consorte del neomelodico Tony Colombo. Il motivo? Non ci prove che lady Colombo, ora indagata per associazione mafiosa, fosse a conoscenza della provenienza illecita di soldi, case e gioielli, frutto dell’attività di narcos di Gaetano Marino. 

Tina Rispoli indagata, per la Procura ha gestito il tesoretto del clan: ma il Gip respinge l’arresto

Inchiesta controversa, quella culminata due giorni fa con 10 arresti a Secondigliano. Da un lato c’è la Procura – si legge oggi sul Mattino – che ne chiede l’arresto per aver gestito i proventi del narcotraffico delle case celesti; dall’altra, invece, c’è il gip del Tribunale di Napoli che ha respinto la richiesta di arresto, perché non ci sarebbero riscontri a proposito di un suo ruolo attivo nella gestione del tesoretto dei Marino. 

Finora in carcere sono finiti Roberto Manganiello, Maddalena Imperatore, Luigi Cioffi, Gaetano Magro, Mariano Isaia, Marco Scaglione, Francesco Montemurro, Salvatore Sanges. Rigettate invece le richieste di arresto di 22 persone, tra queste c’è anche Tina Rispoli. 

continua a leggere su Teleclubitalia.it