rosa alfieri uccisa grumo nevano

Picchiata, strangolata e uccisa dal vicino di casa. Questo è quello che è accaduto nella serata di ieri nell’abitazione di Via Risorgimento 1, a Grumo Nevano, nel napoletano. La vittima, Rosa Alfieri, 24 anni, non è riuscita a difendersi dal suo assassino, Elpidio D’Ambra, 31 anni, residente in quell’abitazione da saltato 15 giorni. Il giovane, dopo l’aggressione, ha chiuso la porta del suo appartamento e si è allontanato come se nulla fosse accaduto. Ora è ricercato dalle forze dell’ordine.

Rosa Alfieri uccisa a 23 anni

D’Ambra avrebbe attirato Rosa nella sua abitazione con una scusa. Secondo testimoni, il giovane era ossessionato dalla 24enne. Quando la giovanissima è entrata nella sua abitazione è scattata la feroce violenza. Il 31enne, che probabilmente voleva violentarla, ha zittito la giovane con un fazzoletto e poi l’ha aggredita e infine strangolata con una sciarpa.

A ritrovare il corpo, ormai senza vita, è stato il papà di Rosa che, attirato dalle grida d’aiuto della ragazza, ha sfondato a spallate la porta dell’appartamentino dato in affitto al giovane.

Sul posto sono sopraggiunti i Carabinieri della compagnia di Giugliano, la Polizia, i vigili urbani e un’ambulanza del 118. I sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. Sul suo corpo non sono state trovate ferite di arma da fuoco o lame ma evidenti segni di soffocamento. La salma della giovane vittima è stata trasferita all’istituto di Medicina legale dell’ospedale San Giuliano di Giugliano per gli accertamenti medico-legali e per l’autopsia, disposta dal magistrato di turno della procura di Napoli nord.

Il dramma di Grumo Nevano

Dolore e rabbia nel piccolo comune in provincia di Napoli. La domanda che tutti si chiedono è perché tanta violenza. Numerose persone si sono radunate, subito dopo aver appreso la drammatica notizia, all’esterno della palazzina dove la 23enne viveva con la sua famiglia. Il papà di Rosa, molto conosciuto in zona, gestisce una piccola azienda d’abbigliamento.

continua a leggere su Teleclubitalia.it