Tra campionato e coppa, il Napoli scende in campo 3 volte ogni 7 giorni. Dopo la splendida vittoria contro il Cagliari, che ha permesso agli azzurri di balzare primi in classifica in solitaria, Spalletti inizia a pensare ad un ampio turnover in Europa League. Giovedì, infatti, alle 18.45 andrà in scena la sfida tra Napoli e Spartak Mosca, valida per la seconda giornata di coppa.

Napoli-Spartak Mosca: Spalletti verso il turnover

Spalletti farà riposare qualche titolarissimo, per preservarlo e utilizzarlo poi in campionato. Tra gli 11 titolari in Europa League può esserci più di qualche sorpresa.

Meret può scendere in campo dal primo minuto. In Serie A, Ospina ha superato il portiere campione d’Europa nelle gerarchie azzurre. La sfida del giovedì, però, è giusto che sia sua.

In difesa torna Manolas. Il greco, nelle ultime uscite, è stato preferito da Rrahmani. Giovedì sarà titolare, probabilmente al fianco di Koulibaly; potrebbe essere giunto, poi, il momento di vedere Juan Jesus dal primo minuto. Il brasiliano, non fisicamente al 100%, potrebbe avere un’opportunità; dall’altra fascia, invece, c’è Malcuit. Di Lorenzo riposerà.

Leggi anche: Osimhen inarrestabile: è il miglior marcatore d’Europa

In centrocampo torna Demme. L’italo-tedesco, dopo la rottura del legamento collaterale mediale del ginocchio, che lo ha tenuto fuori 58 giorni, è tornato in gruppo. domenica, nella vittoria contro il Cagliari, ha anche messo piede in campo, quando all’88esimo ha sostituito Fabian Ruiz.

Zielinski ha bisogno di giocare per accumulare minuti nelle gambe, come ha confermato Spalletti in conferenza stampa post Napoli-Cagliari. Sarà dunque lui il trequartista di giovedì. Ai suoi lati troveranno spazio Lozano, in panchina domenica scorsa, e Ounas, che scalpita per una maglia da titolare.

In attacco Osimhen e Petagna sono in ballottaggio. Attenzione però, perché in panchina siede Mertens, tornato ad allenarsi dopo l’infortunio alla spalla.

La probabile formazione, 4-2-3-1: Meret; Malcuit, Manolas, Koulibaly, J.Jesus; Demme, Fabian; Zielinski, Ounas, Lozano; Osimhen.

continua a leggere su Teleclubitalia.it