Sara Ricciardiello non ce l’ha fatta. Dopo aver lottato per mesi tra la vita e la morte la 18enne, residente a Calvizzano, è morta. Lo scorso giugno l’adolescente rimase coinvolta in un terribile incidente in via S.Nullo, a Licola, in cui già perse la vita Marco Merone, 25 anni di Pozzuoli.

Incidente a Licola, dopo Marco muore anche Sara: aveva 18 anni

Marco era alla guida di una Renault Clio quando, improvvisamente, andò a scontrarsi contro una Fiat Panda sulla quale viaggiavano quattro persone. A seguito dell’impatto, l’impianto Gpl dell’auto del 25enne prese fuoco e il conducente rimase intrappolato all’interno morendo sul colpo.

Tra i feriti coinvolti nel sinistro stradale, c’era anche la 18enne. Sara Ricciardiello perse molto sangue e pertanto fu trasportata d’urgenza all’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli. Fu intubata poi, su decisione dei medici del nosocomio puteolano, fu trasferita al Cardarelli di Napoli, dove vi rimase a lungo.

Lutto a Calvizzano

Sara frequentava il Carlo Levi di Marano. Nell’arco di questi mesi amici, professori e perfino il sindaco di Calvizzano, Giacomo Pirozzi, hanno condiviso più volte appelli affinché si donasse il sangue per lei. La 18enne è stata in coma farmacologico e, nonostante gli sforzi dei medici, non ha più riaperto gli occhi. Tanti in queste ore i messaggi di cordoglio da parte di amici e parenti. La notizia ha gettato nello sconforto l’intera comunità calvizzanese.

continua a leggere su Teleclubitalia.it