A Pozzuoli, il lago d’Averno è diventato di un colore molto simile al vino. Il fatto ha preoccupato molto i residenti che immediatamente hanno chiesto spiegazioni agli enti comunali. Il Comune di Pozzuoli si è già attivato dando mandato all’Arpac di procedere ai prelievi delle acque ed alle analisi. L’ipotesi più accreditata è quella del fenomeno naturale. Infatti dovrebbe trattarsi di alghe in fase di fioritura. Un evento che si verifica proprio in questi mesi dell’anno.

Lago d’Averno si tinge di rosso. L’Arpac: “Fenomeno naturale”

Secondo l’Arpac, “il Lago d’Averno è interessato periodicamente da fioriture algali di colore rosso-bruno, sostenuta dal cianobatterio Planktothrix rubescens, che si verificano nei mesi invernali, soprattutto tra fine gennaio e inizio febbraio, o in concomitanza di temperature fredde notturne”. Da qui, dunque, l’improvviso cambio di colore delle acque nello specchio lacustre puteolano. Le analisi in corso daranno l’ulteriore conferma di questa tesi.

Per gli esperti, però, questo fenomeno è causato anche dalla mano che ha effetti sull’intero sistema globale, come ad esempio, l’aumento delle temperature sul pianeta. Gli studi in atto potranno precisarne maggiormente le cause e consentire di ipotizzare eventuali interventi di mitigazione.

continua a leggere su Teleclubitalia.it