Ha seminato il panico con il suo furgone tra Volla e Cercola, travolgendo tre persone, una delle quali, un uomo, Luigi Guadagno di 73 anni, è poi morto in ospedale nonostante il delicato intervento a cui era stato sottoposto.

Furgone travolge passanti tra Cercola e Volla: il pirata ha problemi di tossicodipendenza

Il tentativo di fuga di Francesco De Luca è evaporato nel tardo pomeriggio di ieri, intono alle 19, quando si è consegnato alle forze dell’ordine. Il ventinovenne non ha retto la pressione e, dopo aver abbandonato il furgone nel Rione De Gasperi a Ponticelli, si è arreso ai Carabinieri di Cercola, dopo una caccia all’uomo durata sette ore.

L’incredibile sequenza degli investimenti si è consumata verso le 11,30 di venerdì mattina. Alla centrale operativa dell’Asl 3 Sud erano arrivate, una dopo l’altra, diverse telefonate d’aiuto. Sette segnalazioni diverse di persone che raccontavano di essere state investite. Tutte travolte dal furgone bianco.

Finora le persone investite sono tre: due donne e un uomo. Il 29enne ha dapprima travolto con la sua Doblò bianca una 40enne in via Verdi a Volla. Poi, nel vicino comune di Cercola, ha investito in pieno un’altra donna di 47 anni in via del Progresso e infine l’uomo di 73enne spirato in ospedale.

De Luca guidava probabilmente sotto l’effetto di droghe. Dopo l’arresto è stato sottoposto ai test, i cui risultati sono attesi nelle prossime ore. Nel corso dell’interrogatorio è apparso agli inquirenti poco lucido, durante il quale ha fornito risposte sconnesse. Nei confronti del 29enne i Carabinieri hanno eseguito un decreto di fermo. È accusato di omicidio e tentato omicidio.

continua a leggere su Teleclubitalia.it