esame maturità giugliano

Hanno preso il via gli esami di maturità 2018. Tra ansia, preoccupazione e la notte prima degli esami è terminata la prima prova d’italiano. Tra lo stupore degli studenti per la traccia sulle persecuzioni razziali ne “il giardino dei finzi contini” di Giorgio Bassani sono trascorso le sei ore per consegnare la prova. Il principio dell’uguaglianza nella Costituzione italiana, di cui ricorrono i 70 anni; la Cooperazione Internazionale per il tema storico, con un focus sugli statisti Alcide De Gasperi e Aldo Moro, a 40 anni dal rapimento e dall’uccisione dell’esponente della Dc; l’amore e la solitudine della poetessa Alda Merini per la prova di arte; massa e propaganda, le altre tracce. Gli studenti del liceo De Carlo e dell’Iti Galvani hanno commentato così questa prima prova.

Ansia e preoccupazione anche per genitori e qualche nonno in attesa fuori scuola dell’uscita di figli e nipoti.

continua a leggere su Teleclubitalia.it