c'è posta per te vivienne emad

Non ha voluto riaprire la busta rifiutando così di rivedere la propria figlia. Si tratta di una delle tante storie andate ieri sera in onda su canale 5 nel noto programma condotto da Maria De Filippi, “C’è posta per te”.

C’é posta per te, la richiesta di perdono di Vivienne

Vivienne ha tentato, invano, di riallacciare rapporti con il padre dopo essere rimasta incinta prima del matrimonio. Fatto inammissibile per il papà, Emad, di religione musulmana.

“Da dodici anni non riesco a vederti, a chiamarti. È da tanto che aspetto questo momento e ho fatto tanti tentativi, ma non è mai servito a nulla. So di averti deluso e che avevi altre aspettative per me. Sognavi che io mi laureassi e poi mi sposassi. Oggi sono madre di tre bambine, vogliono conoscerti. A me gela il cuore al fatto che io a questa domanda non so dare una risposta”.

Ha cercato in tutti modi, Vivienne, di chiedere perdono al papà ma lui non ne ha voluto sapere. È rimasto inflessibile e senza sentire ragione ha chiuso la busta ed è andato via.

Leggi anche

Alessia Quarto positiva al Covid: “Mai una gioia”. Sui social mostra la “foto” della cugina dell’ex

Il papà chiude la busta

“Lei lo sa benissimo. Le ho insegnato che doveva dire sempre la verità. Qualsiasi cosa. Io avrei perdonato qualsiasi cosa, ma lei doveva dirmi la verità, doveva sempre dirmi la verità.

Non l’avrei comunque perdonata, perché io anche se vivo all’Occidentale ci sono certi usi e costumi che vanno rispettati e io non la perdono, ha detto papà Emad, durante la puntata. “Io penso che una ragazza debba rispettare prima se stessa e poi gli altri, ha poi concluso.

È rimasto inflessibile e senza sentire ragione ha chiuso la busta ed è andato via. Vivienne alla fine ha detto a tutti che non cercherà più suo padre.

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it