Afragola. Non solo la sua officina di autoriparazioni era priva di qualsivoglia autorizzazione, ma la Polizia Municipale di Afragola, agli ordini del comandante Col.Michele Orlando, ha scoperto che un 39enne svolgeva anche un’altra attività “fuorilegge”: smontava i veicoli rubati per poi rivenderne i pezzi.

Afragola, smontava auto nella sua autofficina abusiva: nei guai 39enne di Casoria

A carico di F.G., originario Casoria, sono stati contestati l’esercizio abusivo dell’attività di autoriparatore, la carenza di autorizzazioni edilizie, la ricettazione di veicoli di dubbia provenienza, nonché il deposito incontrollato di rifiuti speciali.

Sotto sequestro sono finiti i veicoli ritrovati, le attrezzature utilizzate per l’asportazione dei pezzi di ricambio, i rifiuti speciali e la sospensione immediata dell’attività.

Le indagini hanno consentito di appurare che il 39enne, utilizzando l’autofficina e gli attrezzi, provvedeva allo smontaggio di auto al fine di rivendere successivamente i singoli componenti, che venivano consegnati ai “committenti” (in fase di identificazione).

Successivamente, poi, al termine delle operazioni di smontaggio, le carcasse e quanto non ricollocabile venivano abbandonate in città. L’indagato è stato è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Napoli Nord in attesa di sviluppi disposti dall’autorità giudiziaria.

continua a leggere su Teleclubitalia.it