Quattro serate di musica e teatro in riva al mare. Riparte da qui il litorale domizio flegreo, dalla rassegna “Luoghi non comuni” nel complesso del lido Varca d’Oro. Dopo una stagione estiva che ha visto la riviera meta di turisti e non solo, ora si prepara ad essere punto di riferimento di eventi culturali e musica di qualità. Una kermesse, ideata da Salvatore Trinchillo, imprenditore e proprietario dello storico lido Varca d’Oro, che prenderà il via il 15 settembre.  

Riviera flegrea domizia, al via “Luoghi non comuni”: quattro serate di musica e teatro in riva al mare

Jazz, musica napoletana contemporanea, teatro: un mix di forme d’arte strettamente legate al territorio che segnano la ripartenza dopo un periodo di buio dovuto al Covid anche per l’arte e la cultura.

Ad aprire la rassegna di eventi al tramonto sarà Gegè Telesforo che incanterà il pubblico presso ‘Nziria, al lido Varca d’oro, con un concerto “sui generis”. L’artista, infatti, è noto per praticare lo “scat”, una forma di canto jazz basata sull’improvvisazione vocale. Il tutto sarà accompagnato da un apericena di prodotti tipici locali di aziende del territorio. Buon cibo e buona musica saranno il connubio perfetto per trascorrere una serata unica in riva al mare.

Gli altri tre appuntamenti, gratuiti, saranno il 17 e il 18 settembre al Livingston Sea Garden con la presentazione del “Festival del cinema Castel Volturno” eFireland International orchestra, e Roberto Colella e la musica classica dell’orchestra Athena. La chiusura è affidata, invece, il 19 settembre a Maria Basile Scarpetta che parlerà di teatro e al CoroPop di Salerno, diretto dal maestro Ciro Caravano dei Neri per caso. La direzione artistica della rassegna è affidata all’Accademia Cimarosa, la direzione musicale è di Federica Divaio mentre quella tecnica è di Riviera Flegrea Domizia.

Cornice di “Luoghi non comuni” la bellezza e la magia dei tramonti del litorale domizio. Tutti gli eventi prenderanno il via al calar del sole creando così un’atmosfera magica. “Rendere la riviera domizio flegrea protagonista anche di eventi culturali e di spessore. E’ questo l’obiettivo con cui è nata questa kermesse – spiega Trinchillo -. Fortunatamente, dopo un lungo lavoro, il nostro litorale sta riacquistando dignità sotto tutti i punti di vista. Abbiamo un grandissimo potenziale e c’è tanta voglia di socialità e di momenti aggregativi. Per questo ci siamo detti: “Cosa c’è di meglio della nostra riviera, delle nostre spiagge e delle nostre strutture per ospitare concerti, musica dal vivo e promuovere la cultura anche in luoghi non comuni?”. Tutte le informazioni disponibili su www.varcadoro.com.

(Comunicato stampa)

continua a leggere su Teleclubitalia.it