Sono 160 i casi complessivi di variante Delta in Campania. Solo a Napoli sono 19. Ma la sua diffusione preoccupa anche l’area flegrea, dove sono risultati positivi cinque bambini tra Pozzuoli e Torre del Greco. 

Covid, varianti brasiliana e Delta arrivano nell’area nord: casi a Giugliano, Mugnano, Acerra, Marano

In provincia di Napoli, si legge sul Corriere del Mezzogiorno, l’ex variante indiana non colpisce solo anziani, ma anche i giovani. Ad Afragola si registrano due casi (2 uomini di 30 anni), così come anche ad Agerola (un uomo di 57 e una donna di 66 anni).

Altre due persone sono risultate positive alla variante Delta a Ercolano: si tratta di due uomini di 73 anni. A Marano c’è solo un positivo alla variante ex indiana, a Mugnano 4 (due uomini di 36 anni, una donna di 34 anni e un uomo di 60 anni). A Napoli invece sono ben 19. Cinque a Pozzuoli. Un solo contagio a Quarto, 2 a San Giuseppe Vesuviano (due donne di 55 anni e 23 anni). Positivo un uomo di 58 anni a Villaricca.

Sebbene l’ex variante indiana sia predominante nel territorio campano, si contano altri contagi riconducibili ad altre varianti. E’ il caso della variante brasiliana, la quale risulta presente in 2 casi ad Acerra, 2 a Mugnano, 2 ad Ottaviano, uno a Giugliano. A Napoli, invece, ci sono 24 casi di variante brasiliana.

Poi c’è quella Nigeriana, che è stata riscontrata in 2 contagi a Sant’Antimo. C’è un caso di variante Colombiana a San Giovanni a Piro. A Carbonara di Nola, invece, si registra un caso di variante europea. Nell’ambito delle attività settimanale di sequenziamento previste dal piano di sorveglianza genomico della Regione Campania, condotto da Istituto zooprofilattico di Portici, Ospedale Cotugno e Tigem, sono stati esaminati 275 campioni di soggetti positivi. Dalle indagini è emersa la presenza di 161 varianti inglesi, 59 varianti indiane, 50 varianti brasiliani, 3 varianti nigeriane, 1 variante Colombia e 1 una europea. 

continua a leggere su Teleclubitalia.it