vreddito-di-emergenza-giugno

In questo mese di giugno, tra i vari pagamenti Inps che si attende c’è anche quello del reddito di emergenza. L’accredito di questo mese è relativo al mese di maggio.

Il decreto sostegni ha previsto il reddito di emergenza per altri tre mesi, marzo, aprile e maggio. Mentre il decreto sostegni bis lo ha prolungato poi per altri 4 mesi, giugno, luglio, agosto e settembre.

Reddito di emergenza giugno

I pagamenti di questo mese ci saranno dal 15 al 20 giugno, ma queste date non valgono per tutti. Il 15 giugno l’Inps darà comunicazione a quanti hanno fatto richiesta dopo il 30 aprile, mentre per le domande che sono state presentate dopo il 31 maggio, si dovrà attendere ancora fino al 15 luglio.

Tra il 15 e il 20 giugno arriva:

  •  la terza mensilità di maggio, arriva a coloro che hanno presentato domanda di Rem all’Inps entro il 30 aprile 2021;
  • la prima mensilità per coloro che hanno presentato domanda entro il 31 maggio 2021.

Chi ha fatto domanda per il Reddito di emergenza dopo il 31 maggio 2021 dovrà aspettare fino al 15 luglio 2021. La domanda per le ulteriori quattro mensilità del Reddito di emergenza del Decreto Sostegni bis può essere presentata entro il 31 luglio 2021 e che non possono farne richiesta i disoccupati che hanno terminato la Naspi e Dis-Coll tra il i luglio 2020 e il 28 febbraio 2021.

Leggi anche: Inps, tutti i pagamenti di giugno 2021: le date per reddito di emergenza, cittadinanza, bonus e pensioni

Requisiti Reddito di Emergenza

L’importo del Reddito di Emergenza va da un minimo di 400 euro ad un massimo di 800 euro e può essere richiesto dai cittadini che risiedono in Italia in base alla soglia del reddito Isee di cui sono titolari. Per ricevere il Rem, infatti, è necessario avere un livello di reddito inferiore a 15mila euro. 

Tra i pre-requisiti per accedere al Rem c’è anche il patrimonio immobiliare, che deve essere inferiore, come valore, ai 10mila euro.

Non è possibile ricevere gli assegni del Reddito di Emergenza se ci si trova ad avere un contratto di lavoro dipendente attraverso il quale si riceve uno stipendio lordo superiore alla quota assegnata tramite il Rem.

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it