pagamenti inps

Come ogni mese, sono diversi i pagamenti dell’Inps anche per il mese di giugno 2021: dalle pensioni al reddito di cittadinanza, reddito di emergenza, bonus per i lavoratori stagionali, bonus Irpef.

Di seguito le date dei pagamenti ed accrediti di questo mese.

Pagamenti Inps giugno 2021

Per quanto riguarda il bonus bebè i pagamenti vanno dal 10 al 18 giugno.

Ma il primo pagamento che dovrebbe esserci da parte dell’Inps è quello della Naspi, l’indennità mensile di disoccupazione. Questo mese il sussidio che viene erogato ai lavoratori subordinati che hanno perso il lavoro sarà pagato dal giorno 10. La data però è indicativa, perché in realtà l’erogazione dipende dal giorno in cui è stata presentata la domanda.

Reddito di cittadinanza e reddito di emergenza

Passiamo ora a reddito di cittadinanza e reddito di emergenza. Dal 15 giugno ci sono i primi pagamenti ma non per tutti. Il redito di emergenza ricordiamo che va da un minimo di 400 euro a un massimo di 840 euro. Dal 15 giugno arriva la prima mensilità per chi ha presentato la domanda entro il 31 maggio e la seconda per chi l’ha fatto entro il 30 aprile.

Il 15 è anche il giorno dei cittadini che ricevono il reddito o la pensione di cittadinanza per la prima volta: saranno chiamati a ritirare la carta con la prima mensilità già accreditata. Il 27 giugno vengono invece ricaricate le card di chi ha già usufruito del contributo nei mesi precedenti. Ma il 27 giugno cade di domenica, possibile quindi che vi sia o un anticipo o un ritardo di qualche giorno della ricarica.

Bonus Irpef, pensioni e bonus 2400 euro

Dal 23 giugno arriva il bonus Irpef: verranno erogati i 100 euro mensili direttamente in busta paga o sul conto corrente dei beneficiari, ovvero lavoratori dipendenti e assimilati, sia privati che pubblici, con un reddito inferiore ai 28mila euro annuali.

Per quanto riguarda le pensioni, anche a luglio vengono erogate in anticipo. In questo caso a partire dal 25 giugno i cittadini potranno ritirarla agli uffici postali.

Infine, il bonus 2400 euro che viene confermato dal decreto Sostegni Bis dopo le mensilità di gennaio, febbraio e marzo (800 euro per ogni mese, 2.400 in totale). La maggior parte dei destinatari del bonus relativo a quei tre mesi ha già ricevuto il versamento ma chi ha presentato la domanda nei giorni prossimi alla scadenza è possibile che lo riceva nei primi di giugno. A giugno è prevista l’attivazione di questo bonus, destinato ai lavoratori stagionali e che in questo caso ammonta a 1.600 euro, per i mesi di aprile e maggio.

continua a leggere su Teleclubitalia.it