Nei giorni 3, 4 e 5 aprile 2021, tutta Italia sarà zona rossa. Quindi sia a Pasqua che a Pasquetta si dovranno rispettare le restrizioni messe in campo dal governo per arginare la diffusione del Coronavirus. Vediamo cosa si può fare e cosa è vietato.

Pasqua e Pasquetta in zona rossa, cosa si può fare e cosa è vietato

Non si può uscire di casa se non per motivi di lavoro, salute o necessità. Bar e ristoranti saranno chiusi al pubblico. Non sarà possibile, quindi, organizzare il pranzo di Pasqua al ristorante, si potrà però andare a trovare amici o parenti, ma a condizione di alcune regole.

Anzitutto sarà concessa una sola uscita al giorno verso un’altra abitazione privata che si trova nella stessa Regione. Bisognerà sempre rispettare il coprifuoco, quindi si potrà spostarsi solo tra le 5 e le 22. Inoltre, ci si potrà spostare in un massimo di 2 persone, in cui però non rientrano i minori di 14 anni e le persone non autosufficienti.

Seconde case

L’ultimo decreto del governo ammette la possibilità per il nucleo familiare di spostarsi verso una seconda casa di cui si ha la proprietà o l’affitto da prima del 15 gennaio

Tuttavia, alcune Regioni hanno emesso delle ordinanze che vietano la possibilità di raggiungere la propria seconda casa: tra queste la Toscana, la Sardegna e la Valle d’Aosta. In Campania.

continua a leggere su Teleclubitalia.it