campania zona gialla

Sarà zona gialla la Campania dall’11 al 15 gennaio 2021. E’ questa la decisione del ministro della Salute Roberto Speranza. La classificazione arriva a seguito dello studio dell’indice Rt che sarebbe ora a 0.83. Il presidente della regione De Luca ha fatto capire di non essere d’accordo con le decisioni del governo sui vari cambiamenti da giallo ad arancione a rosso.

Ma in questo continuo cambio di colori, cosa si può fare in zona gialla? Dunque dall’11 al 15 gennaio, per 5 giorni cosa cambierà in Campania? Intanto questo weekend del 9 e 10 gennaio tutta l’Italia è arancione.

Campania zona gialla

Questo weekend dopo le festività natalizie è dunque ancora zona arancione ma da lunedì c’è qualche cambiamento. Queste sono le misure in vigore per 5 giorni poi arriverà un nuovo decreto.

Aprono bar e ristoranti dalle ore 5:00 alle 18:00. L’asporto è consentito fino alle 22:00. Per le consegne a domicilio non ci sono restrizioni. Il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi.

Resta consentita la ristorazione negli alberghi e nelle strutture ricettive limitatamente ai propri clienti, che siano ivi alloggiati.

Aperti tutti i negozi al dettaglio, i centri estetici, i mercati anche extra-alimentari.

Aperti centri sportivi.

Leggi anche: De Luca in diretta: “In Campania decideremo cosa fare a fine gennaio”

Per quanto riguarda gli spostamenti, fino al 15 gennaio sono vietati tra regioni, salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute. Resta ancora vietato circolare dalle ore 22:00 alle 5:00 del mattino salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute. Consentiti gli spostamenti, nell’ambito della stessa regione, per far visita a parenti e amici tra le ore 5:00 e le 22:00.

Non riaprono i centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie ed edicole al loro interno.

Chiusi ancora musei e mostre.

Sospensione di attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine anche nei bar e tabaccherie.

Restano chiuse piscine, palestre, teatri, cinema.

continua a leggere su Teleclubitalia.it