La Campania, come il resto d’Italia, torna in zona rossa fino al 3 gennaio. Ci sarà poi una breve parentesi da zona arancione il 4 gennaio e infine ultima fase da zona rossa per il 5 e il 6 gennaio. Soltanto dal 7 tornerà in vigore la suddivisione delle regioni in fasce diverse di rischio sperimentato prima dell’inizio delle festività natalizie.

Campania, oggi in zona rossa: dal 7 gennaio in zona gialla

Salvo complicazioni o diverse disposizioni del Governo Conte o del governatore Vincenzo De Luca, dal 7 gennaio, dopo l’Epifania, la Campania tornerà in zona gialla. Significa riapertura dei bar e dei ristoranti fino alle 18 in Campania e istituzione del coprifuoco serale a partire dalle 22. I cittadini potranno inoltre liberamente spostarsi anche al di fuori del comune di residenza senza bisogno dell’autocertificazione o viaggiare in direzione di altre regioni che siano appartenenti alla stessa fascia di rischio.

Oggi, 31 dicembre, non sarà possibile uscire di casa, salvo motivi di necessità o lavoro. L’unica deroga è ammessa per le visite in casa. Sarà possibile recarsi presso le abitazioni di amici o parenti, in numero massimo di due, all’intrno della stessa regione, per fare gli auguri o per scambiarsi i regali. Per scongiurare party abusivi o feste in ville private, le forze dell’ordine, per il 31 e l’1 gennaio hanno annunciato un’intensificazione dei controlli e dei posti di blocco, soprattutto sulle vie secondarie. Chi infrange le regole, potrebbe ricevere una sanzione da 400 euro, salvo poi l’accertamento di eventuali reati commessi (disturbo della quiete pubblica, danneggiamenti). Di seguito il calendario della Campania:

  • Dal 31 al 3 gennaio in zona rossa (spostamenti solo per motivi di necessità o visite a parenti e amici)
  • 4 gennaio in zona arancione
  • 5 e 6 gennaio in zona rossa
  • Dal 7 gennaio in zona gialla (riapertura bar e ristoranti)

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it