Si chiamava Francesco Bevilacqua il 34enne morto ieri nello scontro tra due tir ad Acerra, nei pressi dell’inceneritore. Il giovane è morto sul colpo.

Acerra e Frattamaggiore piangono Francesco dopo l’incidente

L’incidente si è consumato ieri mattina in via Dei Normanni, località Pantano, lungo la provinciale che collega Caivano con Maddaloni. Secondo quanto ricostruito, uno dei due tir marciava in direzione di Maddaloni quando probabilmente, per cause da accertare, il conducente ha perso il controllo del mezzo invadendo l’altra carreggiata. Inevitabile l’impatto con l’altro mezzo pesante che procedeva invece nella direzione opposta.

A rimetterci la vita è stato l’autista del camioncino: Francesco Bevilacqua, 34 anni di Frattamaggiore. Il giovane celibe è deceduto praticamente sul colpo in seguito al violento impatto tra i due automezzi. Con Francesco, nel camioncino, era presente un passeggero, ricoverato in ospedale, ma fortunatamente non è in pericolo di vita. Il conducente del tir responsabile dell’incidente invece, un 38enne di Napoli, è finito in ospedale con lievi ferite ma è stato dimesso dopo qualche ora.

Sul posto sono intervenuti i vigili urbani di Acerra a cui sono state affidate le indagini per fare luce sulla dinamica dell’incidente. Insieme a loro anche i vigili del fuoco di Afragola per liberare dal groviglio di lamiere gli occupanti del camioncino e ben tre ambulanze. Purtroppo per il povero Francesco Bevilacqua non c’è stato nulla da fare.

continua a leggere su Teleclubitalia.it