Ferito a colpi di pistola davanti alla figlia di sette anni. E’ successo ieri pomeriggio a Pozzuoli, intorno alle 18. La vittima è Girolamo Di Costanzo, pregiudicato per reati contro il patrimonio, da poco scarcerato.

Pozzuoli, rapina finisce nel sangue: 43enne ferito a colpi di pistola davanti alla figlioletta

Padre e figlia si trovavano nei pressi di alcuni caseggiati popolari, in via Ovidio, quando il 43enne è stato raggiunto da alcuni colpi di pistola. Secondo il racconto del 43enne, si sarebbe trattato di un tentativo di rapina: agli agenti, al pronto soccorso, ha raccontato di essere stato bloccato da due sconosciuti che sarebbero arrivati in sella a una motocicletta di grossa cilindrata e gli avrebbero ordinato di scendere dallo scooter, un mezzo 50, e di consegnarlo.

Il 43enne si sarebbe rifiutato, scatenando così la reazione violenta dei malviventi, che hanno esploso quattro colpi di pistola, due dei quali lo hanno raggiunto alle gambe. Subito dopo i rapinatori si sarebbero dileguati.

Di Costanzo, nonostante fosse gravemente ferito, è riuscito a tornare a casa. Qui è stato soccorso dalla sorella, che l’ha accompagnato all’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli.

I medici hanno escluso il pericolo di vita. Al Pronto Soccorso sono intervenuti gli agenti del commissariato locale, ai quali il 43enne ha raccontato la dinamica del ferimento. Sul luogo degli spari sono stati rinvenuti quattro bossoli.

Le indagini

La bambina, che al momento del ferimento si trovava vicino al padre, è rimasta indenne. Sono in corso le indagini per risalire all’identità di chi ha sparato, ma gli accertamenti mirano anche ad appurare la versione fornita dalla vittima e capire se effettivamente si sia trattato di una rapina finita nel sangue o se possano esserci altri motivi dietro gli spari.

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it