Napoli, la movida non si ferma alle 23: festa di laurea e aperitivi fino a notte fonda


Napoli. L’ordinanza regionale firmata dal governatore De Luca che impone la chiusura dei baretti alle ore 23 in Campania non ferma la movida a Napoli. Ieri sera un gruppo di giovani si sono riuniti per festeggiare la laurea di un loro coetaneo in piazza San Domenico Maggiore fino a notte fonda. E poi, ancora, aperitivi

Napoli, la movida non si ferma alle 23: festa di laurea e aperitivi fino a notte fonda

Napoli. L’ordinanza regionale firmata dal governatore De Luca che impone la chiusura dei baretti alle ore 23 in Campania non ferma la movida a Napoli.

Ieri sera un gruppo di giovani si sono riuniti per festeggiare la laurea di un loro coetaneo in piazza San Domenico Maggiore fino a notte fonda. E poi, ancora, aperitivi e cocktail fai da te in via Bellini, in via Kerbarker e via Aniello Falcone.

In alcuni casi piazze e strade si riempiono di giovani che non rispettano il distanziamento sociale per il Coronavirus e non indossano la mascherina. Molti si portano birre e patatine da casa, per fare festa fino a tardi.

Per il secondo giorno consecutivo, residenti e comitati hanno segnalato la presenza di assembramenti nelle principali strade del centro storico. “Una festa di laurea in piazza San Domenico Maggiore, attorno a mezza notte e mezza – afferma Gennaro Esposito, del Comitato Vivibilità Cittadina – Assembramenti in via Bellini e via Kerbaker”. Tutto ripreso nei video dei residenti che non riuscivano a dormire.

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.