reddito di cittadinanza maggio

Reddito di cittadinanza pagato in anticipo a maggio? Si sa che la data per la ricarica del reddito di cittadinanza è quella del 27 di ogni mese, ma sta circolando l’ipotesi che l’accredito su Postepay di Poste Italiane potrebbe anche arrivare qualche giorno prima così come è successo nello scorso mese di aprile del 2020.

C’è la possibilità, ma non la certezza, che – così come per il mese di aprile – anche a maggio reddito e pensione di cittadinanza vengano pagati con leggero anticipo. Da parte dell’INPS, infatti, non è arrivata alcuna conferma. La possibilità che il reddito di cittadinanza atteso per il mese di maggio possa essere pagato in anticipo è solo un’ipotesi.

inlineadv

Reddito di cittadinanza maggio in anticipo?

Tradizionalmente le disposizioni di pagamento vengono inviate a Poste Italiane intorno al 26° giorno di ogni mese. Il giorno successivo i soldi sono a disposizione sulla carta acquisti. E’ capitato però che questa data sia stata oggetto di modifiche. Ad esempio a dicembre l’INPS ha deciso di anticipare il pagamento a prima delle festività natalizie, e anche ad aprile le tempistiche sono state ridotte. Non esiste, quindi, una data fissa per il pagamento del reddito di cittadinanza. Non è da escludere che anche questo mese possa esserci un leggero anticipo rispetto ai tempi soliti.

Ma ciò non significa che certamente il reddito di cittadinanza verrà pagato in anticipo a maggio. Al momento non ci sono fonti certe alle quali attenersi.

Il pagamento del reddito di cittadinanza potrebbe esserci dunque tra il 25 ed il 27 maggio del 2020 per tutti i percettori di sussidio con domanda accettata entro lo scorso mese di marzo. Ovvero sia per tutti coloro che hanno già ritirato la carta Rdc alla posta con caricata la prima mensilità del sussidio.

Come sapere quando viene pagato il reddito di cittadinanza?

Per sapere la data dell’accredito, l’unica fonte certa è quella offerta dal servizio dedicato al monitoraggio dei pagamenti disponibile sull’area personale del sito dell’INPS. Questo in mancanza di comunicazioni ufficiali da parte dell’Istituto. 

Qui, infatti, ogni mese l’INPS vi tiene aggiornati sullo stato delle operazioni concernenti al pagamento del reddito di cittadinanza. Nel dettaglio, l’INPS vi comunica sia la data di ultima elaborazione – ossia quando vengono completate le valutazioni mensili sui nuclei familiari percettori della misura – che quella in cui avviene l’invio delle disposizioni a Poste Italiane.

Reddito di cittadinanza maggio 2020, oggi i soldi per i primi beneficiari: il calendario

related