Napoli, cazzotti in testa al medico e all’ostetrica: “Stiamo aspettando troppo”

Napoli, cazzotti in testa al medico e all’ostetrica: “Stiamo aspettando troppo”

Nuova aggressione all’ospedale San Paolo di Napoli. Calci e pugni in testa contro il medico e l’ostetrica per pochi minuti di attesa. Protagonista della violenza un uomo che aveva accompagnato la moglie gravida al secondo piano del presidio dove si trova il dipartimento di ginecologia. L’aggressore ha colpito con violenza i due sanitari di turno dopo averli minacciati e insultati.

Il medico è stato refertato con tre giorni di prognosi e l’ostetrica con sette giorni, ma oltre alle percosse la paura è stata tanta. Dopo le botte, la coppia di coniugi è fuggita mentre le vittime hanno allertato la sorveglianza del presidio.

In ospedale sono giunti i carabinieri che si sono potuti avvalere delle immagini della videosorveglianza per risalire all’identità dell’uomo. L’aggressore si è trattenuto solo grazie all’intervento della suocera che lo ha tirato con forza per le braccia mentre colpiva i sanitari. Se il medico è pronto a denunciare l’aggressione è pur vero che nel pronto soccorso ginecologico lavorano con poco personale.

TUTTE LE NOTIZIE DEL GIORNO

SEGUI LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Tags

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.