Caserta, ricatti WhatsApp per costringerli a fare sesso: 43enne di Marigliano arrestato

Caserta, ricatti WhatsApp per costringerli a fare sesso: 43enne di Marigliano arrestato

Arrestato per la seconda volta dai carabinieri della Compagnia di Capua Ivano D’Agostino. Il 43enne di Marigliano è già conosciuto alle forze dell’ordine perchè si è reso protagonista di una vicenda fatta di ricatti a sfondo sessuale ai danni di una coppia di Santa Maria a Vico.

L’uomo è tornato in carcere su disposizione del tribunale, in quanto sono venuti alle luce nuovi retroscena. Il 43enne avrebbe ricattato un’altra coppia, inviando filmati contenenti immagini di hard anche a un funzionario della pubblica amministrazione, con lo scopo di costringerli a fare sesso con lui. Il funzionario, vistosi recapitare il video, ha deciso di denunciare D’Agostino che, su disposizione del Tribunale, deve ora tornare in carcere.

Il primo arresto risale a tre anni fa. In quell’occasione, il 44enne era riuscito ad ottenere filmati e foto di una coppia di Santa Maria a Vico che aveva intrapreso relazioni extraconiugali. Ivano D’Agostino cominciò a minacciare la coppia inviando filmati fin troppi espliciti con scene di sesso estremo, anche al telefono del figlio 13enne di lei. Tra i vari filmati anche una violenza sessuale avvenuta per comprare il silenzio dei due.

SEGUI LE NOTIZIE SUL NOSTRO SITO

SEGUI LE NOTIZIE SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.