sofia morta piscina marina di pietrasanta

Ha smesso di battere il cuore di Sofia, la bimba di 12 anni di Parma vittima di un malore sabato scorso a Marina di Pietrasanta, in Versilia (Lucca). Il decesso è avvenuto all’ora di Massa, dove era ricoverata in fin di vita. La piccola si trovava nella piscina del bagno Texas quando si sentì male sotto gli occhi dei genitori.

La famiglia era in vacanza in Versilia. La procedura di accertamento della morte iniziata alle 10 di questa mattina (17 luglio) si è conclusa alle 16 quando ai medici non è restato da far altro che constatare il decesso della bambina e dare la triste conferma ai familiari, che vivono a Parma e si trovavano in Versilia in vacanza.

Il pm Salvatore Giannino ha disposto l’autopsia sul corpo della piccola. Dopo il suo decesso, si aggrava intanto la posizione dei 6 indagati tra titolari dello stabilimento e assistenti bagnini: l’ipotesi nei loro confronti passa da quella di lesioni colpose gravissime a omicidio colposo. L’esame necroscopico verrà effettuato dal medico legale Stefano Pierotti sabato mattina (20 luglio) all’obitorio.

La prima puntata di questa straziante tragedia è avvenuta nel pomeriggio di sabato. La piccola ha accusato un improvviso malore nella piscina dello stabilimento Texas. I soccorsi erano scattati immediatamente: dopo un disperato tentativo di rianimare la bimba, la piccola era stata trasferita all’Opa e attaccata alle macchine. Dopo tre giorni di agonia è deceduta. Inutili i tentativi del personale medico di tenerla in vita.



continua a leggere su Teleclubitalia.it