Al via gli incentivi all’acquisto di auto e moto elettriche, ma anche ibride e a bassa emissione. Il Governo ha firmato un nuovo decreto, su proposta del ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti, con il quale stanzia 650 milioni l’anno per il 2022, il 2023 e il 2024.

Via libera agli incentivi auto e moto: cosa sono e come funzionano

Il provvedimento entrerà in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Le auto nuove, come riporta il Corriere della Sera, con emissioni comprese tra 0 e 20 grammi di CO2 per chilometro (auto elettriche) potranno accedere a un contributo di 5mila euro rottamando un veicolo omologato in una classe inferiore all’Euro 5. In assenza di rottamazione il bonus scenderà a 3mila euro. Il tetto massimo di prezzo previsto per l’acquisto dell’auto sarà di 35mila euro Iva esclusa.

Le regole

Per accedere al bonus, ci sono alcune regole da osservare. Anzitutto è necessario che il veicolo acquistato debba essere mantenuto per almeno 12 mesi mentre quello consegnato per la rottamazione sia intestato al soggetto beneficiario del bonus o a uno dei familiari conviventi da almeno 12 mesi.

Moto e motorini

Per moto, motorini e quadricicli elettrici è riconosciuto un contributo pari al 30% del prezzo d’acquisto fino a un massimo di 3.000 euro. Nel caso si rottami un veicolo di categoria Euro 0, 1, 2 o 3, il bonus sale al 40% del prezzo d’acquisto fino a un massimo di 4.000 euro. Anche in questo caso le risorse disponibili per l’anno in corso sono pari a 15 milioni di euro.

continua a leggere su Teleclubitalia.it