Si sono dichiarati innocenti i due 15enni fermati a seguito dell’accoltellamento di Giovanni Guarino, 18enne di Torre del Greco, e negano ogni coinvolgimento nella vicenda.

Ucciso al luna park a Torre del Greco, i presunti assassini: “Siamo innocenti. Noi vittime di una rapina”

Al giudice per le indagini preliminari del Tribunale per i minorenni di Napoli, gli adolescenti di Torre Annunziata hanno spiegato di essere loro stessi vittime di una rapina che si è consumata sul posto, durante la quale sarebbero stati anche picchiati.

I ragazzi, assistiti dall’avvocato Mauro Porcelli, hanno rivelato che alcuni coetanei avrebbero provato a rubare un orologio di valore ed una collanina d’oro. Ne sarebbe poi nata una rissa che ha visto coinvolte numerose persone. Entrambi, secondo il loro racconto, sarebbero stati malmenati ma non avrebbero colpito nessuno, tantomeno con un coltello.

L’autopsia venerdì 15 aprile

Intanto, sul corpo di Giovanni Guarino è stata disposta l’autopsia che si terrà domani, venerdì 15 aprile, all’obitorio dell’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia. L’esame autoptico stabilirà quante siano state le ferite di arma da taglio che hanno colpito il ragazzo e fornirà un quadro completo sulle cause del suo decesso.

continua a leggere su Teleclubitalia.it