Il mese di dicembre coincide con il pagamento della tredicesima 2021 per i dipendenti pubblici e privati. Restano esclusi soltanto gli autonomi, quelli a progetto o parasubordinati.

Tredicesima 2021 statali e privati: quando arriva

Gli stipendi dei dipendenti della Pubblica Amministrazione seguono un calendario specifico. La norma di riferimento, l’allegato 1 del decreto n°350/2001, stabilisce che l’erogazione avvenga insieme a quella dello stipendio di dicembre. La data può però variare a seconda del ruolo.

Per gli insegnanti delle scuole materne ed elementari, lo stipendio e la tredicesima mensilità arriva il 14 dicembre. Per il personale amministrato dalle direzioni provinciali del Tesoro, il 15 dicembre. Lo stipendio relativo allo stesso mese e la tredicesima vengono erogati il 16 dicembre per il personale insegnante supplente temporaneo. Stessa data anche per il restante personale statale. 

Leggi >> Pensioni gennaio 2022: la data del pagamento

Lavoratori privati

Non esiste per i lavoratori privati una data fissa per il pagamento della tredicesima, le cui regole vengono solitamente dettate dal CCNL (contratto di categoria). Solitamente, però, essa viene erogata prima di Natale, a meno che non sia previsto un termine differente dal contratto collettivo del settore di riferimento.

A quanto ammonta la tredicesima?

La tredicesima mensilità equivale a un dodicesimo della retribuzione annua, ovvero ad una mensilità. Si calcola moltiplicando il numero di mesi lavorati dal dipendente per lo stipendio lordo ricevuto in busta paga, diviso 12.

Spetta anche a colf e a badanti?

La tredicesima spetta anche ai lavoratori che abbiano prestato servizi di cura. Anche se in questo caso la tredicesima è pari ad una mensilità normale.

continua a leggere su Teleclubitalia.it