Amara sorpresa questa mattina al comando della Polizia municipale di Arzano dove è stato affisso un manifesto funebre con minacce di morte rivolte al comandante Biagio Chiariello.

Shock ad Arzano: manifesti funebri con minacce di morte al comandante Chiariello

Il manifesto, con tanto di foto del comandante, reca la scritta: “Il 10 marzo è deceduto il signor Biagio Chiariello: Colonnello qui siamo ad Arzano, no a Frattamaggiore qui il casino non ci piace”. La stessa frase fu rivolta al comandante da un parente del boss Giuseppe Monfregolo durante un’operazione di censimento volta allo sgombero di abusivi al rione della 167, fortino dell’omonimo clan.  Non si tratta – e non si trattava neanche allora – della prima minaccia di morte al comandante Biagio Chiariello, impegnato da tempo al ripristino della legalità e alla lotta contro il clan della 167.

Già un anno fa, una lettera firmata “167” e contenente delle minacce di morte al Commissario Prefettizio Gabriella D’Orso, al comandate della Polizia Municipale Biagio Chiariello e alla segretaria comunale Rosalba Ambrosino fu recapitata presso il Comune di Arzano. Per quell’episodio come per quello di questa mattina è stata aperta un’inchiesta.

continua a leggere su Teleclubitalia.it