sardegna zona gialla

La Sardegna potrebbe essere la prima regione a finire in zona gialla. I tanti turisti che hanno invaso l’isola per le vacanze hanno fatto salire il tasso di contagio e anche le terapie intensive iniziano a dare segni di maggior preoccupazione.

Le terapie intensive sono aumentate del +1% rispetto a ieri, arrivando oggi 3 agosto al 10%, letteralmente a un passo dal cambio di colorazione.

In conferenza stampa Mario Draghi e Roberto Speranza, Ministro della Salute, hanno annunciato i criteri che prevedono, con il 10% delle terapie intensive, il passaggio dalla zona bianca alla zona gialla. Subito dietro, a destare preoccupazione, è la Sicilia, con un aumento di occupati nelle aeree non critiche.

I criteri del nuovo decreto Covid-19

Non vale più infatti l’RT, ovvero il dato di incidenza dei contagi su 100.000 abitanti. Il nuovo parametro si basa totalmente sulla capacità dei posti letto delle Regioni. Le percentuali per il passaggio di colorazione sono:

  • 10% terapia intensiva e 15% aerea medica per passare in zona gialla;
  • 20% terapia intensiva e 30% aerea medica per il cambio di colorazione in zona arancione;
  • 30% terapia intensiva e 40% aerea medica.
continua a leggere su Teleclubitalia.it