Ennesima lite che sfocia in violenza. Questa volta la vittima è un operaio, originario dell’Ucraina, il quale sarebbe stato accoltellato ferocemente sabato pomeriggio, in pieno centro ad Acerra.

Teatro dell’aggressione corso Resistenza. Poche ore dopo l’assalto, stando a quanto si emerge, due persone, padre e figlio, si sarebbero presentati in caserma per costituirsi e ammettere le proprie responsabilità. I due avrebbero compiuto il folle gesto a seguito di una lite scoppiata per motivi di viabilità: l’uomo avrebbe parcheggiato il suo furgone davanti l’ingresso dell’ufficio dove i due lavorano, senza rispettare il divieto di sosta.

Fortunatamente l’operaio è fuori pericolo, le sue condizioni non sono state giudicate gravi. Infatti è stato dimesso dalla clinica Villa dei Fiori, nel quale era stato trasferito, con una prognosi di 2 settimane.

continua a leggere su Teleclubitalia.it