angela brandi morta otorinolaringoiatra

Anche l’Asl Napoli 2 Nord ha avviato un’indagine interna per fare luce sulla morte di Angela Brandi, la giovane 24enne stroncata da un arresto cardiocircolatorio all’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli. Secondo quanto riporta un comunicato stampa diramato dall’Azienda sanitaria, la ragazza, presentatasi al pronto soccorso con sanguinamento e dolore toracico, è stata visitata dall’otorinolaringoiatra e poi dimessa.

Pozzuoli, Angela dimessa e poi morta e per arresto cardiaco: avviata indagine dell’Asl

L’Asl ha così aperto una verifica parallela a quella giudiziaria della Procura di Napoli Nord per ricostruire l’accaduto. «In relazione alla morte della giovane donna (Angela Brandi, ndr), avvenuta nella giornata del 24.01.2023 – si legge nella nota firmata dal direttore generale di Mario Iervolino – dopo la dimissione dal Pronto Soccorso dell’Ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, la Direzione Sanitaria Ospedaliera ha immediatamente proceduto ad attivare le opportune e doverose verifiche interne. Al momento è emerso che la paziente è ricorsa nel pomeriggio alle cure del pronto soccorso, presentando epistassi, trattate dallo specialista otorinolaringoiatra per varici al setto nasale e successivamente dimessa».

«In serata – prosegue la nota – la giovane colta da malore presso il proprio domicilio, è stata riportata in Pronto Soccorso dove è giunta in arresto cardiaco e non è stato possibile scongiurare il decesso. Si è data pronta ed immediata collaborazione all’Autorità Giudiziaria consegnando l’intera documentazione clinica richiesta e si confida negli accertamenti disposti dalla stessa per accertare le cause ed eventuali responsabilità. La Direzione Generale esprime profondo cordoglio e vicinanza ai familiari.»

continua a leggere su Teleclubitalia.it