Si è sciolto alle 18 il sangue di San Gennaro: il momento è stato accompagnato da un lungo applauso nel Duomo di Napoli, insieme lo sventolio del tradizionale fazzoletto bianco.

Si è sciolto il sangue di San Gennaro

Alle 9 di questa mattina, la cassaforte del Tesoro di San Gennaro era stata aperta, ma il sangue non era liquefatto; l’attesa è stata molto lunga fino a quando, alle 18, si è compiuto il miracolo. Il prodigio si ripete tre volte in tre date dell’anno (il 19 settembre, nel sabato precedente la prima domenica di maggio e il 16 dicembre).

Il 16 dicembre dell’anno scorso il sangue non si sciolse.

Miracolo laico: perché si chiama così

Il 16 dicembre si celebra il “miracolo laico”, nel ricordo di quella devozione che il popolo di Napoli fa al suo Santo per difendersi dalla furia del Vesuvio che nel 1631 minacciava di raggiungere la città. Anche in questa data, al pari del 19 settembre e della prima domenica di maggio, avviene la liquefazione del sangue del Santo.

continua a leggere su Teleclubitalia.it