napoli omicidio filomena galeone

Emergono nuovi dettagli sull’omicidio di Filomena Galeone avvenuto due giorni fa a Napoli. La donna era un noto medico ed è stata pugnalata 30 volte nella sua abitazione dal figlio dopo una lite per futili motivi. Il ragazzino si è scagliato con una tale furia da non lasciare scampo alla madre.

Napoli, uccide la madre: Ia dinamica

Il 17enne era fan dei videogiochi e quella giornata avrebbe speso 100 euro per acquistare contenuti extra sulla nota piattaforma Sony. Quando Filomena è tornata ha rimproverato il figlio per la spesa effettuata scatenando tutta la sua rabbia. Il figlio ha afferrato un coltello da cucina colpendola ripetutamente, circa 30 volte. 

L’arresto

Subito dopo l’omicidio, in alcuni filmati finiti anche sui social, si nota il 17enne sul balcone dell’appartamento con le mani ancora insanguinate: “Mia madre si è accoltellata! Io non volevo fare niente, però… mi ha pugnalato!”, avrebbe detto.

Il 17enne è poi stato fermato nella serata del 15 giugno, dopo il delitto. Nelle prossime ore il 17enne dovrebbe essere interrogato dal gip del Tribunale dei Minori di Napoli per la convalida del fermo: il reato che gli viene contestato è quello di omicidio aggravato da futili motivi e dalla crudeltà.

continua a leggere su Teleclubitalia.it