chalet del sole napoli rapina

Rapina il chiosco delle granite “Chalet del Sole” di via Poerio a Napoli, vicino la stazione centrale. Viene riconosciuto il giorno dopo dal papà del titolare mentre passeggia lungo lo stesso tratto di strada e viene arrestato.

Napoli, rapina chiosco “Chalet del Sole”: riconosciuto

E’ notte e sono circa le 4 quando un uomo entra all’interno dello “Chalet del Sole” di via Poerio a due passi da piazza Garibaldi di Napoli. Ha il volto scoperto e in mano una pistola – non si sa se sia giocattolo o meno – e si fa consegnare i soldi custoditi all’interno del registratore di cassa. E’ una rapina, la dipendente non può far altro che consegnare il denaro. L’uomo prende i mille euro e poco più e si dà alla fuga.

Passa la giornata e arriva sera, il bar in questione riapre i battenti. Nonostante il colpo subito, si torna a lavorare. Il padre del proprietario visiona il sistema di video-sorveglianza, fissa nella mente il volto di quell’uomo che poche ore prima aveva rapinato il locale del figlio. Alle 22 la svolta. Un ragazzo passeggia per via Poerio e il padre della vittima non ha dubbi riconoscendo in quell’uomo il rapinatore di poche ore prima. Non perde la lucidità, lo segue e intanto chiama il 112 con il quale è in costante contatto. La gazzella del nucleo radiomobile di Napoli raggiunge il corso Meridionale.

L’arresto

L’uomo indica ai militari quel ragazzo e i Carabinieri intervengono. Si tratta di un 21enne di origine marocchina incensurato senza fissa dimora e i Carabinieri lo trasferiscono in caserma per gli accertamenti. La dipendente rapinata riconosce in quel ragazzo il rapinatore. A confermarlo anche le immagini delle telecamere. Lo inchiodano alcuni particolari importanti come gli orecchini indossati e il tatuaggio sul braccio. Il 21enne viene sottoposto a fermo di indiziato di delitto per il reato di rapina aggravata. Ora è in carcere in attesa di giudizio.

continua a leggere su Teleclubitalia.it