È stato trovato senza vita Antonio Capone, 30enne di Casoria, nella sua camera d’albergo, presso il quale lavorava, a Marina di Camerota, in provincia di Salerno. A darne notizia è Fanpage.it.

Marina di Camerota, 30enne di Casoria trovato morto nella camera d’albergo: è giallo

Il ritrovamento risale a ieri, intorno alle 14. Alcuni colleghi, preoccupati per l’improvvisa assenza del giovane, hanno bussato alla sua camera e poi sono entrati all’interno, dove hanno rinvenuto il corpo esanime del 30enne.

Sul posto sono arrivati i carabinieri della locale stazione, che hanno effettuato tutti i rilievi del caso e ascoltato le testimonianze dei colleghi di Capone e del titolare della struttura ricettiva.

Presente anche il magistrato di turno della Procura di Vallo della Lucania e il medico legale, che ha effettuato un primo esame esterno del cadavere. Intanto, l’autorità giudiziaria ha disposto l’autopsia sul corpo del 30enne per fare piena luce sulla vicenda e stabilire quale siano le cause del decesso.

Il corpo è stato quindi trasferito all’obitorio dell’ospedale San Luca di Vallo della Luca, nel frattempo si decida in giorno in cui eseguire l’esame autoptico. Al momento i militari non escludono alcuna ipotesi sul decesso di Antonio Capone.

continua a leggere su Teleclubitalia.it