Ci sono altri tre arresti che si aggiungono a quelli già eseguiti all’inizio del mese di giugno dai Carabinieri nell’ambito di un’indagine della direzione distrettuale Antimafia di Napoli sul clan Mallardo, egemone a Giugliano e facente parte della confederazione tra organizzazioni denominata “Alleanza di Secondigliano”.

Giugliano, chiedevano pizzo a imprenditori e ristoratori: nuovi arresti nel clan Mallardo

In carcere sono finiti Angelo Pirozzi, classe ’76, Antonio Russo classe ’69 e Vallefuoco Biagio classe ’68, considerati esponenti di rilievo della consorteria criminale giuglianese. I tre sono indagati per i reati di estorsione, consumata o tentata, detenzione e porto illegale di armi comuni di sparo, aggravati dalle finalità e modalità mafiose.

Leggi anche >> Giugliano, altro colpo al clan Mallardo: fermati in 9. Torna in carcere Michele di Nardo

Sono almeno 15 gli episodi contestati dagli inquirenti agli indagati. Stando alle indagini, Pirozzi, Russo e Biagio avrebbero avanzato richieste estorsive ai danni di imprenditori edili, concessionari di auto, ristoratori e imposto il conferimento degli oli esausti ai commercianti della zona. Avrebbero, infine, svolto attività di riscossione e recupero dei crediti, in capo all’organizzazione, e sarebbero stati trovati in possesso di armi comuni da sparo.

continua a leggere su Teleclubitalia.it