frattamaggiore spari pompe funebri

Torna la paura a Frattamaggiore. Questa notte i carabinieri della locale stazione sono intervenuti in via XXXI Maggio per una segnalazione relativa all’esplosione di colpi d’arma da fuoco. Giunti sul posto, i militari hanno rinvenuto tre fori sulla serranda e sulla porta di ingresso dell’agenzia delle onoranze funebri Salvato.

Tensioni nell’area a nord di Napoli

Il comune napoletano, così come l’intera area a Nord di Napoli, ormai è una vera e propria polveriera. Solo qualche sera fa, il 13 marzo, i Carabinieri di Casoria, allertati dal 112, sono intervenuti presso il pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni di Dio per una persona ferita da un colpo d’arma da fuoco alla gamba sinistra.

L’uomo, un 47enne già noto alle forze dell’ordine, ha raccontato di essere stato ferito mentre stava percorrendo, a bordo della sua auto, corso Salvatore d’Amato, area industriale a ridosso tra Frattamaggiore e Arzano. I militari qui hanno rinvenuto e sequestrato cinque bossoli calibro 7,65 rinvenuti sul manto stradale. Non si sa se gli spari di questa notte, le cui indagini sono state affidate ai carabinieri della compagnia di Giugliano, e il ferimento della settimana scorsa possano essere collegati.

Gli inquirenti, al momento, non escludono alcuna pista. Certo è che tra Arzano, Frattamaggiore e Caivano la criminalità abbia alzato di molto il tiro in queste ultime settimane. Ben 6 le bombe carta piazzate sotto gli esercizi commerciali dell’aria frattese. Almeno tre le segnalazioni di stese. Senza considerare le intimidazioni in forma di manifesto funebre al comandante della municipale di Arzano, Biagio Chiariello, e il petardo fatto esplodere all’esterno della chiesa del Parco Verde di Caivano dove opera Don Maurizio Patriciello.

La risposta delle forze dell’ordine

A questi atti, le forze dell’ordine stanno rispondendo con servizi straordinari di controllo del territorio. Ieri, nel corso di un’attività degli agenti del Commissariato di Frattamaggiore, con il supporto del Reparto Prevenzione Crimine Campania, sono state identificate 121 persone, di cui ben 29 con precedenti di polizia. Controllate inoltre 5 persone sottoposte agli arresti domiciliari e 72 veicoli.

continua a leggere su Teleclubitalia.it