Attimi di panico a Monte di Procida: i carabinieri hanno arrestato per violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale un 53enne del posto. L’uomo stava rompendo la finestra dell’abitazione di sua sorella che era al primo piano. Due persone sono rimaste ferite: si tratta dei figli della donna, un 25enne e una 23enne.

Attimi di panico a Monte di Procida: arrestato 53enne

A Monte di Procida, un 53enne è finito in manette. L’operazione è stata portata a termine dai militari dell’arma: l’accusa è di violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. L’uomo, in evidente stato di alterazione psicofisica, stava aggredendo i propri familiari: è stato, infatti, sorpreso mentre stava rompendo la finestra dell’abitazione di sua sorella che era al primo piano. Due persone sono rimaste ferite: la figlia 23enne che, traumatizzata dalla violenza dello zio, si è lanciata dalla finestra ma fortunatamente non è in pericolo di vita; l’altro figlio, un 25enne, che, nel tentativo di tenere bloccata la porta dell’abitazione per non consentire al 53enne di entrare, si è procurato delle ferite lacero contuse regione malleolare esterna piede destro, giudicate guaribili in 10 giorni.

I carabinieri l’hanno arrestato anche se con molta difficoltà, riportando ferite, traumi e contusioni non gravi; l’uomo è ora in attesa di giudizio.

continua a leggere su Teleclubitalia.it