Scoppia focolaio all’ospedale Sant’Eugenio di Roma, chiusi alcuni reparti. “La situazione presso l’Ospedale Sant’Eugenio non desta preoccupazione, al momento si sta completando l’indagine epidemiologica e nessuno dei positivi presenta situazioni complicate grazie alla copertura vaccinale”. Lo ha comunicato la Asl Roma 2 in relazione al cluster di coronavirus scoppiato all’ospedale Sant’Eugenio di Roma, dove diversi tra operatori e pazienti sono stati contagiati.

Focolaio al Sant’Eugenio

Le autorità sanitarie sono al lavoro per ricostruire la catena dei contatti, gli ambienti sono stati sanificati e alcuni reparti chiusi. Il contagio, partito dalle aree di degenza di Medicina, Geriatria e Nefrologia, si è diffuso rapidamente, con reparti messi inizialmente in quarantena e zone grigie per gli accessi al pronto soccorso, in modo da contenere il virus.

Sul caso è intervenuta la Asl Roma 2, con un comunicato in cui minimizza quanto accaduto e cerca di tranquillizzare gli animi, parlando di situazione assolutamente ‘sotto controllo’. E specifica che “se fosse accaduto un anno e mezzo fa con molta probabilità sarebbero stati ricoverati. Le misure previste dai protocolli sono scattate tempestivamente, sia per quanto riguarda le sanificazioni degli ambienti, che per il contact tracing. I servizi dell’ospedale sono tutti regolarmente funzionanti.

continua a leggere su Teleclubitalia.it