tumore al seno dieta chetogenica insieme 3.0

La Dieta chetogenica sta emergendo come una nuova alternativa o complementare strategia terapeutica per un’ampia gamma di tumori maligni compreso il cancro al seno.
La restrizione calorica e le diete chetogeniche a basso contenuto di carboidrati e ad alto contenuto di grassi (KD) riducono il glucosio necessario per guidare l’effetto Warburg elevando anche i corpi chetonici.

L’ipossia ha effetti significativi sulla patogenesi, migrazione e metastasi nel cancro al seno.
L’ipossia è associata alla sovraregolazione della glicolisi che può aumentare l’acidificazione nel microambiente tumorale.

Il fattore 1-α (HIF-α) inducibile dall’ipossia è associato a crescita aggressiva, metastasi e scarsa risposta al trattamento.

Di interesse, l’espressione media di HIF-α aumenta dallo 0% nel tessuto mammario normale al 14,9% nel DCIS e al 15,7% nel carcinoma mammario invasivo. Con l’implementazione di una Dieta Chetogenica, HIF-α è diminuito.
Le cellule tumorali non possono utilizzare efficacemente i corpi chetonici o gli acidi grassi per la sintesi dell’ATP attraverso la fosforilazione ossidativa a causa di difetti nel numero, nella struttura e nella funzione dei loro mitocondri.

Inoltre, i corpi chetonici e gli acidi grassi non possono essere fermentati e quindi non possono sostituire efficacemente il glucosio come fonte di energia alternativa per il cancro.
I corpi chetonici inibiscono la glicolisi che a sua volta riduce la principale via di produzione di energia per le cellule tumorali. Bartmann et al. ha mostrato che il beta-idrossibutirrato (βHB), il corpo chetonico più diffuso, non può stimolare la crescita del tumore al seno in vitro.
La Dieta Chetogenica riduce l’attività nelle vie di segnalazione del fattore di crescita insulino-simile-1 (IGF-1)/insulina-PI3K-Akt-mTOR che hanno dimostrato di essere correlate a una crescita tumorale significativa.

La Dieta Chetogenica riduce l’infiammazione peritumorale e l’edema che facilita la crescita e la metastasi delle cellule tumorali. Quindi, la dieta Chetogenica diventa una presunta strategia terapeutica per la gestione della maggior parte dei tumori, incluso il cancro al seno.

 

COMUNICATO STAMPA
INSIEME 3.0

continua a leggere su Teleclubitalia.it