Rischiano di passare in zona gialla due regioni italiane: la Sicilia e la Sardegna. Quest’ultima infatti supera due dei tre nuovi parametri per il cambio di colore, l’incidenza e l’occupazione delle terapie intensive.

Covid, due Regioni in zona gialla dal 16 agosto: in bilico le altre

In base ai nuovi parametri, una regione passa in zona gialla se l’incidenza dei casi di infezione settimanali per 100.000 abitanti è compresa tra 50 e 150 ogni 100mila abitanti e se, contemporaneamente, il tasso di occupazione delle terapie intensive supera il 10%, oppure se l’occupazione dei reparti ospedalieri supera il 15%.

La Sicilia è arrivata a quota 14% di occupazione dei posti letto in area medica, un punto sotto la soglia del 15% e ha anche superato la soglia dei 50 contagi ogni centomila abitanti registrando oltre 100 casi Covid-19.

Ben 11 regioni sono invece tra i 50 e i 100 casi ogni 100 mila abitanti: Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Umbria, Valle d’Aosta e Veneto.

Il tasso di occupazione in terapia intensiva in Sardegna supera di un punto la soglia d’allerta del 10%, registrando l’11%. Il territorio è l’unico, per il momento, ad aver oltrepassato questo paramentro. In 7 regioni cresce l’occupazione di posti letto nei reparti ospedalieri di “area non critica” da parte di malati Covid, ovvero Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Molise, Puglia e Sicilia.

continua a leggere su Teleclubitalia.it