salvatore greco morto castellammare di stabia

Deceduto per un malore dopo un’operazione all’ernia. Vittima di un presunto caso di malasanità, su cui la Procura di Torre Annunziata proverà a fare luce, è Salvatore Greco, 65 anni, di Napoli. L’uomo è deceduto martedì pomeriggio alla clinica Villa Stabia di Castellammare.

Castellammare, muore dopo operazione all’ernia: scatta l’inchiesta

Salvatore era pronto per essere dimesso – come spiega Il Mattino – dopo un semplice intervento in day-hospital, ma dopo un po’ si è sentito male ed è spirato. La Procura della Repubblica ha disposto il sequestro della salma e l’esame autoptico per capire se a spezzare la vita del 65enne sia stato un malore indipendente dall’operazione avvenuta tre ore prima o se tra i due eventi ci sia una correlazione e dunque la responsabilità del personale sanitario.

Salvatore era arrivato la mattinata di martedì in clinica senza manifestare alcun problema. Aveva fatto tutta la trafila di accertamenti ed esami propedeudici all’intervento chirurgico per la correzione di un’ernia ombelicale. Alle 17 circa, a tre ore dall’operazione, era nella stanza vestito in attesa di essere dimesso. Poi l’inspiegabile malore e i tentativi – inutili – di rianimarlo prima di constatarne il decesso.

Le indagini

Dopo l’inaspettata tragedia, i familiari di Greco hanno allertato gli agenti del Commissariato di Castellammare di Stabia, che hanno raccolto la denuncia dei parenti della vittima. Non è escluso che l’uomo sia morto per una reazione avversa all’anestesia, sebbene effettuata con un basso dosaggio. Sarà l’esame autoptico a chiarire le cause del decesso.

Il precedente

Lo scorso mese di marzo a perdere la vita in una clinica di Torre del Greco era stata invece Vanessa Cella, 37enne deceduta dopo 3 interventi di chirurgia estetica effettuati in contemporanea. Anche su questa vicenda indaga la Procura di Torre Annunziata che ha iscritto cinque medici nel registro degli indagati.

continua a leggere su Teleclubitalia.it